30 C
Milano
23. 07. 2021 21:29

Green pass, Salvini: «Per i giovani il vaccino non serve»

Il leader della Lega ribadisce la sua contrarietà all'obbligo del green pass

Più letti

Il dibattito sull’introduzione del green pass obbligatorio per le attività al chiuso e i grandi eventi continua ad infiammarsi. Sul tema è intervenuto ancora una volta esponendo la sua contrarietà il leader della Lega, Matteo Salvini.

Salvini: “Sarebbe devastante. Inutile”

“Mettiamo in sicurezza dai 60 in su, da 40 a 59 scelgano, per i giovani non serve – ha dichiarato il leader della Lega in un’intervista a Repubblica -. Per di più, se vogliamo il Green Pass per tutti, al momento finiremmo a ottobre, facendo saltare la stagione e le vacanze. Sarebbe devastante. E inutile”.

Sui detrattori che lo accusano di non essersi ancora vaccinata ha invece risposto:”Io mi vaccinerò a breve, come libera scelta, e ho 48 anni”.

Quindi, la Lega non si smuoverà dalle sue posizioni neanche durante il consiglio dei ministri sul green pass atteso in settimana. “Per andare a San Siro, con 50mila, o a concerti da 40mila il Green Pass ha senso – ha aggiunto Salvini -, ma sui treni pendolari no, per mangiare la pizza no. Mettiamo in sicurezza genitori e nonni senza punire nipoti e figli”.

Per il leader del Carroccio piuttosto che al modello francese, bisogna guardare a quello tedesco. “Presto cambieremo il criterio sui colori delle regioni. Su ottomila posti in terapia intensiva, oggi ne sono occupati 156, in calo rispetto a ieri. Usiamo il modello tedesco – ha concluso -, niente Pass, ma buon senso, educazione, regole. In Francia l’hanno reso obbligatorio sia perché la campagna vaccinale aveva difficoltà, sia per il crollo di popolarità di Macron”.

In breve

Milano: animali domestici seppelliti insieme ai padroni

È tutto vero, a Milano le ceneri di cani, gatti e animali domestici in generale, potranno essere tumulate nella...