20 C
Milano
04. 10. 2023 12:02

Corteo 8 marzo Milano, Non una di meno in piazza per le donne: traffico paralizzato in città

La manifestazione studentesca è partita alle 9.30 da largo Cairoli, alle 19 è in programma un nuovo corteo da piazza Duca d’Aosta

Più letti

Corteo 8 marzo Milano: la città si tinge di rosa, grazie ai fumogeni colorati per l’8 marzo di Non una di meno, l’associazione che da anni si occupa di violenza maschile sulle donne e di genere nel capoluogo. Oggi sarà una vera e propria giornata dedicata al mondo femminile a partire dallo «sciopero produttivo e riproduttivo», come lo definiscono le attiviste. Il doppio appuntamento riguarda i cortei: il primo, quello studentesco è partito dalle 9.30 da largo Cairoli, mentre la manifestazione cittadina è in programma alle 19.00 da piazza Duca d’Aosta.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Mi-Tomorrow (@mi_tomorrow)

Corteo 8 marzo Milano, contro femminicidio e battaglia per l’aborto

Una manifestazione contro la violenza sulle donne: nel 2022 ci sono stati 117 femminicidi e nel 2023 sono già cinque, hanno ricordato le organizzatrici, contro la violenza economica perché in Italia le donne «guadagnano ancora meno rispetto agli uomini e per un reddito di autodeterminazione». Una battaglia anche per un aborto «libero, sicuro e gratuito». Il governo Meloni lavora da cento giorni «ma la situazione per le donne è tragica – commenta Elena, una delle promotrici -: ci sono già due diversi disegni di legge di natura anti abortista. Anche se Giorgia Meloni è una donna non significa che sia dalla parte dei diritti delle donne, soprattutto quelle più povere e vulnerabili».

Corteo 8 marzo Milano, per una scuola libera e transfemminista

«Siamo la generazione meticcia e queer in lotta per il futuro – dicono le attiviste -. Perché le nostre vite contano e ci vogliamo liber* dalla violenza. Perché vogliamo un reddito di autodeterminazione e una casa per tutt*. Perché pretendiamo il diritto a una salute pubblica laica e accessibile per tutt* e pretendiamo l’aborto libero e sicuro. Perché vogliamo una scuola libera e transfemminista. Perché non vogliamo più guerre contro i nostri copri, contro i popoli e i territori e pretendiamo la fine della violenza dei confini. Siamo il grido altissimo e feroce di tutte quelle donne che più non hanno voce».

Corteo 8 marzo Milano, il traffico va in tilt

Per permettere la marcia del corteo tutte le strade sono state chiuse al traffico. La città, che deve già fare i conti con lo sciopero Atm che andrà avanti tutto il giorno, si ritrova quasi paralizzata. La stessa Atm ha fatto sapere che sono possibili deviazioni per le linee 1, 2, 3, 12, 14, 15, 16, 24, 27, 50, 54, 57, 61, 65, 73, 84 e 94.

In breve

FantaMunicipio #4: tutti a scuola a progettare il futuro della città

Tra qualche anno il quartiere di Rubattino, Municipio 3, avrà una nuova scuola primaria in via Caduti in Missione...
A2A
A2A