2.6 C
Milano
19. 01. 2022 02:46

Milano, con il nuovo Dpcm uno studente su sei sarà costretto al tampone per prendere i mezzi

A Milano sono oltre 100mila gli studenti over 12 non ancora vaccinati: da domani saranno costretti a "tamponarsi" ogni due giorni per poter usare metro, tram e bus

Più letti

Mancano poche era all’entrata in vigore del nuovo Dpcm che prevede l’introduzione del Super Green Pass per accedere a ristoranti, bar, discoteche e partecipare a eventi e cerimonie pubbliche. Allo stesso tempo stabilisce anche l’obbligatorietà del Green Pass (basta quindi anche solo il tampone) per utilizzare i mezzi pubblici, entrare negli alberghi e frequentare palestre e centri sportivi.

Nuovo Dpcm, uno studente su sei non è vaccinato

L’handicap principale sarà per gli studenti. Infatti con il nuovo Dpcm per prendere metro e bus dovranno mostrare la certificazione verde. Peccato che al momento uno studente su 6 non ha ancora effettuato la prima dose. Tradotto in numeri, significa che oltre 100mila ragazzi a Milano non hanno ancora ricevuto la prima dose e saranno obbligati ad effettuare un tampone ogni due giorni per andare a scuola.

Gli effetti dell’entrata in vigore del nuovo Dpcm però iniziano a farsi sentire. Infatti, le prenotazioni per le prime dosi sono raddoppiate nel giro di una settimana: si è passati da 2.675 a 4.700 registrazioni quotidiane . Per agevolare le somministrazioni la Regione ha riaperto alcuni hub, come quello dell’Ospedale in Fiera.

È scattata la corsa al vaccino

Insomma per tutti gli over 12 è scattata una vera e propria corsa al vaccino. E c’è chi ha anche regalato l’inoculazione per il compleanno della propria figlia. «Un genitore mi ha contattato per regalare alla figlia il vaccino nel giorno del suo 12esimo compleanno — ha dichiarato al Corriere Maurizio Orso, responsabile del centro vaccinale del Niguarda — . È importante proteggere i giovani, hanno molte occasioni di contatto e quindi possibilità di infettarsi».

nuovo dpcm

Inoltre la tendenza sembra cambiata con sempre più persone pronte a vaccinarsi nonostante i timori. «C’è chi è stufo di fare tamponi per lavoro e chi vuole essere libero di viaggiare — ha aggiunto il responsabile —. Qualcuno ha ancora timori, dopo quasi un anno di campagna. Ma noi li rassicuriamo: da operatori sanitari abbiamo già ricevuto tre dosi. E da questa situazione usciremo solo vaccinandoci». Il nuovo Dpcm sta riuscendo nel suo intento principale: ampliare la platea di persone vaccinate.

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...