5.3 C
Milano
29. 11. 2022 04:55

Open 336: Milano, ecco l’edificio che cattura la CO2

Nuova tecnologia con materiale biologico e biodegradabile

Più letti

Si chiama Open 336, è un edificio sito in viale Sarca 336 a Milano, nel quartiere Bicocca, progettato per essere Carbon Zero e catturare la CO2 nell’aria. Il tutto è reso possibile grazie alla tecnologia Eco2Air di Fervo Group, che filtra l’aria assorbita e la immette negli ambienti interni, estraendo e trattenendo la CO2 presente nell’atmosfera grazie a un materiale biologico e biodegradabile.

Open 336, edificio che cattura la CO2
Open 336, edificio che cattura la CO2

Open 336, in viale Sarca arriva l’edificio che cattura la CO2 nell’aria 

Ridurre le emissioni degli edifici è un tassello fondamentale per poter raggiungere gli obiettivi dettati dall’Agenda ONU 2030. Open 336 è un edificio capace di ridurre del 100% le emissioni durante tutto il suo ciclo di vita. Dietro a questo progetto c’è Barings Real Estate, società di investimento americana, approdata recentemente in Italia anche nel mercato residenziale, affiancata da Savills Investment Management Sgr e da un partner tecnologico, il Gruppo Fervo. Si tratta di cinque piani fuori terra e due interrati, adibiti a parcheggio. Hall con spazio ampio e luminoso circondato dal verde, quarto piano con gli uffici ma soprattutto un’idea e un obiettivo comune a tutta la struttura: ridurre al minimo l’impatto ambientale della costruzione. Esigenza soddisfatta grazie alla tecnologia Eco2Air sviluppato da Fervo Group. 

Open 336, edificio che cattura la CO2
Open 336, edificio che cattura la CO2

La tecnologia Eco2Air di Fervo Group assorbe la CO2 

La tecnologia Eco2Air filtra l’aria assorbita e la immette negli ambienti interni, estraendo e trattenendo la CO2 presente nell’atmosfera grazie a un materiale biologico e biodegradabile. Il filtro di materiale biologico e biodegradabile in 20 anni è in grado di assorbire oltre 24mila Kg di CO2. L’anidride carbonica trattenuta non viene immensa nuovamente nell’atmosfera ma viene riutilizzata per successivi processi quali ad esempio il vertical farming o la gasificazione di bibite, in un’ottica di economica circolare. Il filtro viene poi svuotato della CO2 accumulata, rigenerato e riutilizzato fino a sette anni.

In breve

FantaMunicipio #11: proposte per la città, ripensiamole tutti insieme

Sempre più cittadini si ritrovano in strada per discutere delle problematiche di alcune aree e per cavarne fuori idee...