26.8 C
Milano
13. 07. 2024 13:10

Regionali in Lombardia, come candidarsi a scrutatore e presidente di seggio: c’è tempo fino al 10 febbraio

Per i presidenti di seggio il compenso previsto è di 150 euro, mentre per gli scrutatori di 120 euro

Più letti

Sono aperte fino al 10 febbraio le candidature per prestare servizio come scrutatore o presidente di seggio alle prossime regionali in Lombardia del 12 e 13 febbraio. Per potersi candidare è necessario essere maggiorenni, possedere la cittadinanza italiana ed essere residenti a Milano. Per ricoprire l’incarico di presidente di seggio è, inoltre, richiesto il possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado. È possibile manifestare la propria disponibilità compilando un apposito form. Per i presidenti di seggio il compenso previsto è di 150 euro, mentre per gli scrutatori di 120 euro.

Regionali in Lombardia, quando si vota

Si vota nelle giornate di domenica 12 febbraio, dalle ore 7 alle 23, e lunedì 13 febbraio, dalle 7 alle 15. L’elettore o l’elettrice deve presentarsi al proprio seggio con un documento di identità valido e la tessera elettorale. Coloro che l’hanno smarrita o hanno esaurito gli spazi a disposizione possono recarsi, senza necessità di appuntamento, presso l’Ufficio Elettorale di via Messina 52/54, aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12 e dalle 14.30 alle 15.30, oppure presso le sedi anagrafiche, dalle 8.30 alle 15.30. Per conoscere le aperture straordinarie degli uffici a partire da lunedì 6 febbraio, è disponibile la pagina.

elezioni regionali 2023

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Regionali in Lombardia, voto domiciliare

Come per ogni consultazione elettorale, anche in occasione delle elezioni regionali, l’Amministrazione comunale mette a disposizione tre servizi specifici per persone residenti a Milano che necessitano di supporto nell’esercizio del voto. Per le cittadine e i cittadini affetti da gravissime infermità o in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali è garantito il voto domiciliare.

Regionali in Lombardia, trasporto per i disabili

Il Comune, poi, organizza il trasporto gratuito ai seggi e il ritorno presso la propria abitazione per le persone con disabilità. Per accedere al servizio è necessario essere in possesso di un certificato di invalidità rilasciato da Ats da esibire, assieme a un documento di identità, al conducente dell’auto pubblica che si occuperà del trasporto. Le richieste vengono accolte a partire dal 6 febbraio.

Regionali in Lombardia, accompagnatore per non vedenti

Le elettrici e gli elettori, invece, con grave infermità o non vedenti possono richiedere al Comune l’apposizione del timbro (AVD) sulla propria tessera elettorale che consentirà – recandosi alle urne nel giorno delle votazioni – di essere accompagnato all’interno della cabina elettorale da un altro elettore o elettrice della propria famiglia o liberamente scelto purché iscritto nelle liste di un qualsiasi Comune, per poter seguire la votazione. La domanda per poter ottenere il timbro sulla tessera elettorale potrà essere presentata anche da persona diversa dell’elettore interessato.

Tessera elettorale per votare alle regionali in Lombardia

In questi giorni l’Amministrazione sta inviando a casa di cittadine e cittadini interessati diverse casistiche – quali variazione di dati anagrafici, cambio di residenza, compimento della maggiore età, variazione di seggio – una cartolina per invitarli a ritirare presso gli sportelli comunali una nuova tessera elettorale con l’indicazione del nuovo indirizzo presso cui recarsi per esercitare il primo diritto di voto.

In breve

FantaMunicipio #38: mai come quest’anno Milano da numero uno, vince il Municipio 1

In una agguerrita edizione del FantaMunicipio è il Municipio 1, quello del centro storico, guidato dal presidente Mattia Abdu...