3.4 C
Milano
19. 01. 2021 18:57

L’estate di Villa Arconati-FAR: dal Festival in limited edition alle visite al giardino

Più letti

Bollettino regionale, meno di 1.000 contagi in Lombardia: Milano, +139

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 930, di cui 73 “deboli”, con la percentuale tra tamponi eseguiti...

Il declassato Gallera torna in consiglio: «Sto recuperando le mie energie psico-fisiche»

Gallera torna in consiglio regionale per la prima volta nel 2021 e lo fa da semplice consigliere. Tra gli...

Movida Delivery, dalla voglia di greco alle quiche di Knam

Con i ristoranti chiusi, non resta che ordinare le prelibatezze offerte da Milano direttamente a casa. Ecco la selezione...

Ripartiti con l’arrivo dell’estate, i membri dello staff di Fondazione Augusto Rancilio hanno riaperto il Giardino storico di Villa Arconati-FAR al pubblico e hanno reso unico il già noto Festival estivo.

L’estate di Villa Arconati-FAR: dal Festival in limited edition alle visite al giardino

Sarà un’edizione speciale quella del Festival di Villa Arconati-FAR 2020, cuore pulsante di Castellazzo di Bollate, ma non per questo meno pregevole. Anzi, proprio a causa delle limitazioni anti Covid-19, si potrebbe definire l’edizione 2020 una “limited edition”.

Consolidato. Ciò che non cambia sono la programmazione culturale e artistica in grado di coinvolgere un’ampia fascia di spettatori e il fascino della location che prevede un allestimento minimal ma al contempo suggestivo dato dalla collocazione del palco e della platea tra la facciata sud della Villa e il nuovo disegno settecentesco del parterre. Il tutto a prezzi che possono ben adattarsi a tutte le tasche.

Novità. Quello che cambia è il periodo: da sempre programmato tra giugno e luglio il Festival è stato spostato nella seconda metà di agosto, a causa delle problematiche e della, purtroppo, lenta ripartenza delle attività culturali e di spettacolo. Per garantire il corretto distanziamento sociale richiesto dalle normative vigenti, i posti in platea saranno circa 500.

Il programma del Festival di Villa Arconati-FAR 2020

venerdì 21 agosto, ore 19
Paolo Fresu trio
“Tempo di Chet – La versione di Chet Baker”
Paolo Fresu, tromba, flicorno, effetti – Dino Rubino, piano e flicorno – Marco Bardoscia, contrabbasso.

sabato 22 agosto, ore 19
Sabrina Lanzi “Il romanticismo boemo e ungherese”
Musiche di F. Schubert e F. Liszt, con un tributo al M° Ennio Morricone

venerdì 28 agosto, ore 19
Elio Germano & Teho Teardo
“Viaggio al termine della notte”

giovedì 3 settembre, ore 19
La Ballata di John & Yoko
di Ezio Guaitamacchi con Brunella Boschetti, Andrea Mirò e Omar Pedrini

venerdì 4 settembre, ore 19
Pacifico & Stefano Bartezzaghi

sabato 5 settembre, ore 19
Antonio Faraò Trio
Antonio Faraò piano, Marco Ricci contrabbasso, Mike Baker batteria

Il giardino

La proposta di Villa Arconati-FAR si estende anche al giardino dove si possono ammirare gli splendidi giochi d’acqua, passeggiare lungo i viali e nel boschetto e, perché no, imbattersi nei pavoni, tornati proprio quest’anno in Villa.

Apertura al Pubblico del Giardino 2020
ogni domenica dalle 11.00 alle 19.00
Biglietti acquistabili esclusivamente on-line
I cani sono ammessi al guinzaglio

Informazioni e prevendite su www.festivalarconati.com e www.villaarconati-far.it

In breve

MIlano, all’asilo di via Massaua si battono i denti: condizioni inaccettabili per i genitori dei piccoli alunni

«Nella scuola di mio figlio c’erano appena 3 gradi: bambini e maestre dovevano indossare tutto il tempo sciarpa e...

Potrebbe interessarti