piscine
piscine

Alle spalle il maggio più novembrino che si ricordi, con l’arrivo della bella stagione si può avvertire finalmente la voglia di estate e di piscine. Il fatto che a Milano manchi il mare (ah, sì?) non significa certo che si debba rinunciare ad un tuffo in acqua. Per questo, tra le numerose opzioni, non potete prescindere da tre luoghi di culto dove refrigerarsi durante le calde, presumibilmente caldissime giornate che ci aspettano nei prossimi mesi.

Il Lido di Milano è un classico, fa parte della storia della città dal 1931. Diventa proprietà del Comune nel 1936, che lo rende a tutti gli effetti un’area dedicata allo sport. Oltre alla grande piscina scoperta, al suo interno vi sono anche campi da tennis, un minigolf e una pista di pattinaggio coperta. Ma per bambini e ragazzi il vero regno del divertimento è l’Acquatica Park, che propone scivoli a vari gradi di adrenalina. Strutturata su una superficie di 100.000 metri quadri, il parco esiste dalla fine degli anni Ottanta.

Al suo interno, è possibile cimentarsi anche in altri sport come beach volley, calcetto, basket e nuoto. Dulcis in fundo, i Bagni Misteriosi (l’ex Centro Balneare Caimi) da alcuni anni sono tornati ad essere uno spazio fruibile dopo i lunghi lavori di ripristino della struttura. Nata alla fine degli anni Trenta, fa parte del patrimonio storico più silenzioso, pronto a far sfoggio di sé nei momenti “topici” dell’anno. Da non perdere, in questo caso, anche suggestivi eventi serali. Piscine per tutti i gusti: il sole ha Milano al centro.


www.mitomorrow.it

www.facebook.com/MiTomorrowOff/