17.4 C
Milano
17. 05. 2021 11:14

La sentenza del Tar sulla scuola cambia gli orari di Milano. Granelli: «Siamo pronti a ripartire»

Più letti

La sentenza emessa dal Tar sul ricorso contro la DAD promosso dal Comitato “A Scuola” cambia le carte in tavolo per la città di Milano. Infatti, zona rossa permettendo, il 18 le scuole di grado superiore riapriranno e verrà attuato il piano di scaglionamenti studiato dal Comune con la Prefettura che sarebbe dovuto essere attuato il 7 gennaio scorso.

Ripartenza. «Oggi con la sospensione del Tar dell’ordinanza regionale ci stiamo coordinando con il prefetto per far ripartire le scuole il 18. Auspico che dal 18 questa organizzazione potrà partire – ha dichiarato l’assessore alla Mobilità Marco Granelli -. Ci spiace non averlo potuto lanciare, come previsto, il 7 o l’11 gennaio, partirà il 18 e credo ci sarà la possibilità di lavorare insieme per ottenere questo obiettivo».

Gli orari. A Milano, con la riapertura delle scuole, entro le 8 entreranno in classe il 40% degli studenti ed entro le 9.30 il restante 10%, per consentire poi progressivamente il rientro in classe del 75% degli studenti, suddiviso rispettivamente in 50% e 25%.

I negozi non alimentari (ad esclusione di edicole, tabacchi, farmacie e parafarmacie) apriranno alle 10,15, i servizi alla persona, così come quelli bancari, assicurativi e finanziari, potranno aprire dopo le 9,30.

nuovi orari milano

Per quanto riguarda le aziende, le attività produttive del settore manifatturiero dovranno anticipare l’orario di inizio entro le ore 8, mentre gli atri settori, in particolare quelli amministrativi, direzionali e di consulenza, apriranno dopo le 9,30.

I professionisti potranno ricevere i clienti dopo le 10, preferibilmente su appuntamento. Le università saranno invitate ad iniziare le lezioni in presenza dalle 10.

Tutto questo senza dimenticare l’importanza dello smart working sia per le aziende pubbliche che privato.

In breve

Fontana conferma le parole di Bertolaso: «Tutti vaccinati entro luglio»

Dopo il consulente Guido Bertolaso anche il governatore Attilio Fontana ha confermato che entro luglio tutti i lombardi riceveranno...