25.1 C
Milano
03. 08. 2021 16:31

Feste a Milano: quest’anno una passeggiata tra gli alberi

Niente villaggi, ma solo installazioni per quando si può uscire: ecco dove

Più letti

Piazza Duomo: L’Albero del Dono

L’abete più fotografato della città quest’anno è un regalo di Coca-Cola. La multinazionale ha sponsorizzato l’albero di Natale con un messaggio a sostegno di Banco Alimentare per aiutare chi ha più bisogno e per raccogliere prodotti alimentari per almeno 2 milioni di pasti. Le luci puntano al cielo per comunicare, anche a distanza, l’energia viva del cuore di Milano.

Piazza XXV Aprile: L’Albero del Cambiamento

Giorgio Palù, architetto lombardo ha creato un’installazione mai uguale a sé stessa in cui la città e i cittadini potranno rispecchiarsi. Al suo interno, uno schermo trasparente trasforma, tramite l’effetto caleidoscopio, le bellezze di Milano in un addobbo natalizio. Un albero che vuole essere simbolo del cambiamento e della rinascita e che rappresenta un omaggio a una città in continua evoluzione.

Piazza Vigili del Fuoco: L’Albero della Conoscenza

Il Gruppo Bracco diffonde il sapere, inteso come patrimonio collettivo che si trasmette con l’istruzione. Collocata in un’area periferica, l’installazione arborea ci avvicina alla scienza attraverso tre azioni complementari: immaginare, conoscere e vivere. Il dono offerto è rappresentato da approfondimenti scientifici inediti, accessibili a tutti, che confluiranno in un quadro infografico che sarà donato alle scuole.

Piazza della Scala: L’Albero del Vento

Questa installazione, a cura di Engie, rende omaggio alla piazza che la ospita e si ispira alla turbina eolica, con un moto rotatorio continuo abbinato a luci led, riproduce la musica del vento interpretata dai grandi compositori. La struttura è realizzata completamente con travi lamellari con certificazione di sostenibilità legata alla filiera forestale.

Piazza Gramsci: L’Albero del Gioco

L’albero di Nickelodeon è dedicato ai più piccoli in uno spazio conosciuto e frequentato dalle famiglie. L’albero è destinato ad essere poi donato al Comune di Milano, diventando così una struttura gioco permanente: un grande scivolo colorato e personalizzato con i cuccioli di PAW Patrol, gli squaletti di Baby Shark, passando per SpongeBob, le Tartarughe Ninja e i protagonisti di A Casa dei Loud e I Casagrande.

Corso Garibaldi: L’Albero delle Stelle

L’albero di Paramount Network si ispira alla magia del cinema e delle sue stelle, in linea con la campagna natalizia “House of Stars”. Un’installazione artistica realizzata in metallo riciclabile dà forma ad un albero di Natale, sulla cui struttura tante stelle incise riflettono e illuminano lo spazio circostante. L’albero è pensato per trasmettere la magia dell’intrattenimento, per continuare a sognare.

Piazza XXV Maggio: L’Albero della Musica

L’albero di MTV è hi-tech e fatto di luce. Una struttura realizzata in maglia metallica accoglie 40 “cubi” luminosi, anticipando idealmente il prossimo anniversario di MTV che nel 2021 festeggerà i 40 anni dalla sua nascita negli Stati Uniti. Ciascun cubo offre una rappresentazione delle grafiche iconiche del brand e degli stili che, dal 1981, hanno reso MTV popolare.

Piazza San Carlo: L’Albero di Domani

In corso Vittorio Emanuele II Stone Island invita alla ricerca, ispirazione di una tecnologia sostenibile orientata alla natura. Il classico abete natalizio diventa un albero di luce, realizzato in fibra ottica, che parte da una radice di tessuto bianco intrecciato a cui dà colore con il suo riflesso.

Via Beltrami: Golden Tree

Un’istallazione “collettiva” formata da 22 canestri realizzati con la collaborazione di alcuni street artist. Un albero perfettamente imperfetto, vissuto, attraverso il quale raccontare delle storie autentiche. Un tributo alla cultura di strada alla quale da sempre Golden Goose si ispira ma anche un atto di amore verso la città meneghina. Al termine del periodo natalizio i canestri verranno donati.

Piazza San Fedele: Whispering Trees

Accanto alla statua del Manzoni la coppia di alberi di Cimento ospita una nicchia, una sorta di immaginario cocoon, che permette di vivere lo spazio pubblico in modo diverso e poter condividere il senso del Natale, anche nel contesto della necessaria distanza interpersonale. All’interno del nido è possibile ascoltare i suoni del bosco, il rumore del vento tra i rami, i passi veloci di scoiattoli e volpi che attraversano la foresta.

Largo La Foppa: L’Albero del Futuro

Albero tecnologico che invita a guardare avanti, a mettersi in contatto con il mondo che verrà. La struttura, alta sei metri, sostiene quattro fasce led, oltre a decine di anelli di luce bianca, su cui scorrono frasi legate al domani e alle risposte che ci attendiamo. Un albero interattivo che dialoga con gli utenti attraverso il web e che prende vita grazie alle emozioni e ai pensieri di chiunque voglia parlare al futuro.

Galleria del Corso: One Filament Paper Tree

Albero realizzato interamente in carta ecologica trattata al Qwarzo, quindi stabilizzata e impermeabile, partendo da un unico nastro di 5 centimetri di altezza per una lunghezza complessiva di circa 366 metri. Il nastro è avvolto in una spirale elicoidale che sale fino ad un’altezza di 4 metri. La carta è la soluzione Qwarzo compostabile, riciclabile e biodegradabile per la sostituzione degli oggetti monouso in plastica.

Piazza San Simpliciano: Levi’s Tree x Milano 2020

Levi’s® celebra il proprio impegno verso la sostenibilità concepita in ottica full circle Repair, Reimagine,Recycle, con la stilizzazione della forma tradizionale dell’albero di Natale interpretata con gli elementi distintivi del brand: il denim e il legno di recupero, il disegno iconico della tasca, il rosso delle luci e del marchio.

Piazza Tre Torri: Ad Lumen

CityLife Shopping District porta in Piazza Tre Torri un albero creato da scarti alluminio riciclato, simbolo di rinascita positiva e metafora di riscatto e invita tutti i CityLifers al riciclo e alla sostenibilità e li esorta ad affidare all’albero i propri desideri: sul sito dello Shopping District o in loco è possibile scrivere messaggi che verranno poi appesi alla struttura rendendola unica.

Piazza San Marco: The Wall Paper Tree

Un albero illuminato con circa 1.200 microluci con palline stilizzate rivestite di scarti di carta da parati resinata. I soggetti sono stati selezionati dalla collezione Exclusive Wallpaper di Londonart 2020. Da gennaio le decorazioni saranno interamente riciclate e riutilizzate.

Piazza Cadorna:L’Albero dei Bauli

Lo scopo di quest’installazione è tenere viva l’attenzione dell’opinione pubblica e delle Istituzioni verso i lavoratori dello spettacolo ed eventi, che la crisi legata alla pandemia di Covid ha privato del lavoro, legandosi al clima di solidarietà che caratterizza in particolare il periodo dell’anno con le festività natalizie. Il baule è il simbolo del lavoro dietro le quinte, invisibile ai più.

Piazza Sempione: L’Albero di Luce

Il Natale proposto da A2A è una danza di luce accanto all’Arco della Pace. Un’installazione di canniccio con all’interno led luminosi sospesi e in movimento, va a comporre un’oasi di luce in piazza Sempione. Sciami luminosi e sonori disegnano l’albero generando una coreografia naturale.

Piazza Croce Rossa: L’Albero di Montenapoleone

Piazza Croce Rossa è illuminata dall’Albero di Luce dell’artista fiorentina Roberta Cipriani. L’opera, alta tre metri, è un inno alla pace e all’amore che si esplicita nel messaggio inciso nel tronco. La luce si irradia attraverso le lettere in un moto a spirale che dalle radici giunge ai rami, metafora del percorso che ognuno compie sulla Terra. L’albero è impreziosito dalle decorazioni dorate Magic Decor.

Biblioteca degli Alberi: L’Albero dei Ghiacci

E’ un’opera innovativa di urban light art creata da AADV Entertainment per Enel. Un albero ispirato ai boschi del profondo nord che, nelle stagioni più fredde, si ricoprono di straordinarie formazioni di ghiaccio e neve, accoglie i visitatori in un regno magico e surreale fatto di sculture ghiacciate ed orsi specchiati. Un progetto che vuole accendere la luce sul riscaldamento globale.

Largo de Sabata : Abbraccio all’Umanità

Installazione progettata dall’Architetto Michele De Lucchi, di fronte al Santuario di San Giuseppe, perla del Barocco Milanese. Non un albero ma tanti alberi, un’installazione che rappresenta un abbraccio all’umanità ispirata al colonnato del Bernini e ai giardini all’Italiana. Piccoli alberi crescono su un grande colonnato, che si illumina di notte animando la città, realizzato con la tecnica costruttiva delle scandole di legno.

In breve

Festa per Adriana Grassi, il 5 agosto compie 105 anni

Raggiungere i centocinque anni di vita, di cui tredici in una Rsa, non è cosa da poco. Se poi...