7.3 C
Milano
25. 01. 2021 15:38

Le restrizioni Covid colpiscono Ryanair: ecco come cambieranno le tratte

La crescita di contagi influisce sulla compagnia low cost: modifiche in vista per le rotte nei mesi di settembre e ottobre

Più letti

Il professor Remuzzi sponsorizza il vaccino russo: «Non è perfetto, ma sostanzialmente funziona»

Il professor Giuseppe Remuzzi, direttore dell'istituto Mario Negri propone una soluzione per far fronte alle mancate distribuzioni del vaccino...

Vaccino anti-Covid, via al richiamo: all’ASST Gaetano Pini inizia la seconda fase

Nonostante i ritardi della Pfizer, proseguono le vaccinazioni a Milano .Questa mattina è iniziata la seconda fase della somministrazione...

Milano, il Comune incentiva la street art: online la mappa dei muri disponibili

Milano è la prima città italiana a dotarsi di uno sportello dedicato completamente allo “street art”. L’ufficio comunale, collocato...

Negli scorsi giorni Ryanair era stata bacchettata dall’Enac per non rispettare le misure di distanziamento sui propri voli in fase di salita e discesa. Oggi invece la compagnia low cost ha annunciato che taglierà di circa il 20 % la propria capacità di volo a settembre e ottobre.

Le rotte interessate. L’azienda irlandese ha fatto sapere attraverso una nota che più che chiudere le tratte, diminuirà la frequenza di alcune, in particolar modo per quanto riguarda le rotte in cui si sta assistendo ad una recrudescenza dei casi di coronavirus, ovvero la Spagna, la Francia e la Svezia.

«Questi tagli di capacità e riduzioni di frequenza per i mesi di settembre e ottobre – ha commentato un portavoce di Ryanair – sono necessari data la recente debolezza delle prenotazioni future a causa delle restrizioni per la ripresa del covid-19 in un certo numero di paesi dell’Ue».

 

 

 

In breve

Il professor Remuzzi sponsorizza il vaccino russo: «Non è perfetto, ma sostanzialmente funziona»

Il professor Giuseppe Remuzzi, direttore dell'istituto Mario Negri propone una soluzione per far fronte alle mancate distribuzioni del vaccino...

Potrebbe interessarti