24 C
Milano
24. 07. 2024 04:56

Vivaio Bicocca affidato all’Università per 30 anni: il progetto per l’oasi urbana

L’assessore Conte: «Progetto strategico per la transizione ecologica». La rettrice: «Tutelare la biodiversità e promuovere stili di vita sostenibili»

Più letti

Il Comune di Milano concede per trent’anni all’Università degli Studi di Milano Bicocca i circa seimila metri quadri di verde di sua proprietà fra via Roberto Cozzi e via Emilio De Marchi: si tratta dell’area del Vivaio Bicocca, l’oasi urbana dedicata alla tutela della biodiversità sorta nel Campus universitario nel 2020.

Vivaio Bicocca: i nuovi 6mila mq di oasi urbana

Già oggetto di un accordo negli ultimi tre anni fra il Municipio 9 e l’ateneo milanese, i 5.750 metri quadrati con alberature ad alto fusto e interamente cintati vengono affidati dall’Amministrazione all’Università fino al 2053, in funzione di un percorso di transizione ecologica e sostenibile del Campus e del quartiere.

I sei lustri, chiesti al Comune dalla stessa università, sono il tempo necessario per l’ecosistema che si dovrà creare nell’area: la durata della concessione, stabilita da una delibera di indirizzo della Giunta, è stata calcolata sui cicli biologici delle piante che vi troveranno posto.

Vivaio Bicocca, le dichiarazioni di Conte e Iannantuoni

«La finalità per cui l’Università Bicocca ha chiesto la concessione – afferma l’assessore al Bilancio e Patrimonio, Emmanuel Conte – è strategica per gli obiettivi di sviluppo sostenibile e transizione ecologica della città, per la salvaguardia di una importante area verde e per rafforzare le relazioni fra il mondo accademico e della ricerca e il territorio».

E ancora: «La proprietà del Comune verrà destinata alla realizzazione di attività didattiche, progetti di partecipazione aperti alla cittadinanza, attività di ricerca scientifica in campo ambientale e verrà mantenuta la possibilità di fruizione da parte dei cittadini e delle cittadine».

Vivaio Bicocca
Vivaio Bicocca

«Obiettivi del Vivaio Bicocca – sottolinea Giovanna Iannantuoni, rettrice dell’Università di Milano-Bicocca – sono la tutela della biodiversità urbana, con la piantumazione di fiori e di piante a bacca per promuovere insetti impollinatori e volatili, la realizzazione del bio-lago urbano e l’insediamento di nuove specie, la promozione di stili di vita più sostenibili nella cittadinanza e fra gli studenti dell’Ateneo, lo sviluppo di approcci didattici e di ricerca innovativi basati sulla esplorazione della natura».

Il Vivaio Bicocca è stato inserito nel progetto “MUSA – Multilayered Urban Sustainability Action”, finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU. Utilizzata come spazio di stoccaggio di piante da un concessionario del Comune fino al 2019, l’area è stata recuperata e inaugurata nell’ottobre del 2020.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...