26.2 C
Milano
21. 07. 2024 22:49

Il Ponte della Ghisolfa diventa una pista da Formula 1: il video ironico dei ciclisti milanesi

La pista ciclabile non sarà realizzata prima del 2025 e i cittadini continuano a far sentire la loro voce

Più letti

I cittadini non smettono di far sentire la loro voce e chiedere al Comune di Milano di dare finalmente vita ad una pista ciclabile sul Ponte della Ghisolfa. E lo fanno, ancora una volta, a modo loro. Con ironia e sarcasmo gli attivisti di “Non vediamo l’ora” creano un video che poi pubblicano sui social in cui paragonano il cavalcavia ad una pista da Formula 1.

Il Ponte della Ghisolfa come una pista di Formula 1

Cronometri per prendere il tempo, pit stop, bandiere, caschi e tifoseria: non manca proprio niente nel video girato dall’associazione di ciclisti che da tempo chiede una pista ciclabile protetta sul Ponte della Ghisolfa a Milano. Ma visto che questa ormai sembra rimanere un lontano miraggio – dal momento che Palazzo Marino ha fatto sapere che sarà realizzata non prima del 2025 – i ciclisti meneghini hanno pensato di dare un altro forte segnale all’amministrazione.

ponte della ghisolfa
Ponte della Ghisolfa

Hanno allestito un piccolo set e hanno mostrato come ormai il cavalcavia sembri essere diventata una strada dove si svolgono gare di velocità aperta tra automobilisti e motociclisti. Lo hanno definito il “Gran Premio della Ghisolfa”. Lo scopo del filmato è molto chiaro.

A spiegarlo sono gli stessi attivisti e protagonisti del video: questa provocazione «ha lo scopo di sensibilizzare sul pericolo che corrono tutti i giorni più di 2.000 persone a Milano, attraversando il Ponte della Ghisolfa in bicicletta e a piedi». Vogliamo anche «chiedere al Comune di Milano immediate misure per mettere in sicurezza il passaggio in attesa che partano i lavori definitivi».

Ponte della Ghisolfa: un video per riflettere

I ciclisti milanesi evidenziano poi dei dati davvero preoccupanti: «In Italia 3 incidenti su 4 avvengono in città. Tra le principali cause di incidente ci sono l’eccesso di velocità e la distrazione». Il video dunque non vuole far ridere, «ma deve anche far riflettere. Non può essere ‘normale’ rischiare la vita per muoversi in città. Milano sarà davvero ‘europea’ quando tutte le persone saranno libere di scegliere il mezzo con cui spostarsi senza limiti imposti dall’insicurezza delle strade», concludono gli attivisti.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...