4 C
Milano
21. 01. 2022 18:29

Quali saranno i quartieri di Milano protagonisti nel 2022? Il vincitore secondo i lettori di Mi-Tomorrow

I lettori di Mi-Tomorrow hanno deciso quali saranno i quartieri di Milano protagonisti nel 2022: ecco chi sale sul podio

Più letti

Fine anno, tempo di buoni propositi. Soprattutto in una città dove il futuro dei singoli quartieri di Milano sta acquisendo sempre più centralità. Perché, se è vero che a tratti la comunicazione col “governo centrale” si fa difficoltosa e la pandemia ancora in corso ha reso tutto ancor più burocratizzato, l’attivismo e le idee di residenti e commercianti stanno creando nuclei quasi a sé, in grado di crescere proprio in virtù dell’unione civica maturata.

Dalle social street alle associazioni di quartiere, dalle riqualificazioni ai progetti in vista soprattutto di Milano-Cortina: c’è tanto da aspettarsi dal 2022, sì, ma quali saranno effettivamente le zone della rinascita il prossimo anno? Quali riusciranno a togliersi di dosso la pesante etichetta di periferia tout court e quali saranno collettori di nuovi trend?

Ecco il quartiere di Milano protagonista nel 2022 secondo i lettori di Mi-Tomorrow.

La mappa delle possibilità è ampia e così abbiamo cercato di stilare una lista dei dieci quartieri che potranno dire certamente la loro durante il 2022. Dopo circa una settimana dall’inizio del sondaggio i lettori hanno confermato le nostre stesse sensazioni: per loro saranno protagonisti realtà in espansione come quella di Nolo e iquartieri popolari che cercano nuove connotazioni come Corvetto e Calvairate. Non a caso occupano i tre gradini del podio.

1° Classificato: Corvetto

Colori per riscriverne il futuro

Il grigio che da sempre ha accompagnato le zone popolari di Corvetto sta per lasciare il posto ai colori. Non solo quelli delle piazze colorate progettate attraverso l’urbanistica tattica, ma soprattutto quelli di una vitalità e socialità di quartiere ritrovata. Lo scorso marzo il sindaco Sala ha inaugurato la nuova sede del Comune in via Sile: una struttura all’avanguardia di sette piani realizzata su una superficie di 35mila metri quadri immersa nel verde.

A questa si sono aggiunti i rifacimenti del grande piazzale proprio tra via Sile, Polesine e Gamboloita e quello di via Oglio davanti al Municipio 4. Il tutto senza dimenticare la riqualificazione del mercato di piazzale Ferrara anche attraverso iniziative come quella della “cucina di quartiere”. E per il futuro? Sempre in piazzale Ferrara l’ecomostro Aler ormai abbandonato verrà trasformato verso la fine dell’anno in uno studentato del Politecnico. Resta poi il grande sogno dell’attuale assessore alla Casa, Pierfrancesco Maran: l’abbattimento del cavalcavia di Corvetto.

2° classificato: Calvairate

La fine del quartiere dimenticato

Calvairate, come diverse zone periferiche della città, sta per essere inglobato in un processo di gentrificazione che sta rapidamente spostando la frontiera dell’abitare dei milanesi. Sempre più persone stanno investendo nell’acquisto di case nella zona a sud di Porta Romana. Spesso definito come «dimenticato», il quartiere sembra vivere una nuova stagione. In questo processo di riqualificazione non si può certamente omettere il ruolo avuto dalla casa di Fondazione Prada in corso Lodi.

Al di là degli interventi urbani e dei “nuovi arrivi”, rispetto ad altre zone Calvairate mantiene una forte identità di quartiere grazie ai suoi attivissimi abitanti. Community come la “Loggia di Calvairate” e “Calvairatesburgh” diventano centrali nell’organizzazione di attività sociali sempre nuove, rendendo la zona sotto certi aspetti un unicum che potrebbe giocare un ruolo importante già nel 2022.

 3° Classificato: Nolo

Green, arte e innovazione

Per quei pochi che ancora non lo sapessero, NoLo è l’acronimo di North Loreto (banalmente perché l’area si sviluppa proprio a nord di piazzale Loreto). L’idea del nome venne a tre amici del quartiere durante un viaggio a Brooklyn. In un certo senso la riqualificazione dell’area prende spunto dai quartieri newyorchesi come SoHo e Tribeca che oltreoceano si caratterizzano per la vivacità sociale, artistica e l’integrazione tra etnie diverse. Un melting pot che sembra si stia realizzando efficacemente anche all’ombra della Madonnina.

Quel vento di multiculturalità si vive tra le partite di pallavolo della comunità trans al Trotter, guardando gli allenamenti della squadra di calcio femminile di Jo Borrella e tra i festeggiamenti della Quincenaera della comunità latina. Il tutto anche agevolato dalle riqualificazioni che continuano a caratterizzare il quartiere: i colorati interventi di urbanistica tattica, la nuova vita del Parco Trotter, il rifacimento di via Rovereto. Tutti elementi che fanno puntare su Nolo come protagonista urbano (anche) per il 2022.

 

This poll is no longer accepting votes

Quale sarà il quartiere di Milano protagonista nel 2022?

In breve

Milano, disagi in vista: sciopero nazionale dei mezzi contro il Green Pass

Ferrovieri e autisti dei mezzi pubblici incrociano nuovamente le braccia. Per il prossimo venerdì 3 dicembre è stato indetto...