7.2 C
Milano
01. 12. 2021 11:23

La metamorfosi di Fontana: «Spero che le regole cambino anche prima di 15 giorni»

Il presidente della Regione cambia idea sulle restrizioni: le dichiarazioni

Più letti

Il premier Conte ha dichiarato che i provvedimenti ristrettivi non potranno essere rivalutati prima di 15 giorni. Anche il governatore Fontana pareva della stessa idea quando un paio di giorni fa affermo che “nessuna deroga” era possibile. Tuttavia sembra aver già cambiato idea.

Protesta. I sindaci di Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova hanno scritto giovedì scorso una lettera a Fontana e al ministro della Salute Roberto Speranza chiedendo che venissero valutate misure alternative per le loro province. Per tale motivo chiedevano al ministero e alla Regione di aver i dati sui quali sono state prese le ultime decisioni.

Attilio Fontana

Così il governatore lombardo ha improvvisamente cambiato idea. «L’ordinanza del ministro Speranza comprende tutta la Regione. Ho già avuto un’interlocuzione con i sindaci–ha raccontato Fontana in collegamento con Pomeriggio Cinque – e con loro abbiamo stabilito che dopo aver fatto fare un’analisi ai nostri tecnici, chiederemo al ministro Speranza, ove ricorrano le condizioni, che vengano allentati parzialmente i provvedimenti per quei territori che dovessero risultare migliori».

Sull’obbligatorietà dei 15 giorni si è mostrato molto più possibilista. «Io spero anche prima, – ha aggiunto Fontana – visto che i dati su cui ci si è basati sono vecchi e risalgono al 25 ottobre. Quando avrò in mano i risultati di questa analisi farò subito la richiesta al ministro, poi sarà lui a decidere se e quando concedere queste deroghe».

 

In breve

Sciopero Atm di 4 ore: lavoratori contro il Green Pass, chiedono tamponi gratis

Possibile sciopero Atm per venerdì 3 dicembre a Milano. Le organizzazioni sindacali Ugl Autoferro e Ugl Ferrovieri hanno proclamato...