21.2 C
Milano
26. 06. 2022 06:22

Porta Nuova: parte la rimozione del rifugio antiaereo 

Verrà cancellato anche un pezzo di storia della Seconda Guerra Mondiale 

Più letti

Sono partiti in Porta Nuova i lavori per la rimozione, sotto i grattacieli, di un rifugio antiaereo risalente alla Seconda Guerra Mondiale. Lì dove oggi sono sorti palazzi altissimi e dove la città risplende nel suo distretto economico più cool, una volta era presente invece un tunnel sotterraneo per difendersi dalle incursioni degli aerei nemici. 

Porta Nuova, pronta la rimozione del rifugio antiaereo

E pensare che questo rifugio antiaereo era stato trovato quasi per caso, durante gli scavi per la costruzione delle nuove torri in via Melchiorre Gioia. Riemerso dopo 70 anni,  chiaramente ha rallentato i lavori ma non di certo bloccati, anzi. Il suo ritrovamento risale a maggio del 2021, considerando che di mezzo ci sono state anche le elezioni comunali, momento in cui nessuna decisione viene presa e tutto si ferma, i lavori per la sua rimozione sono partiti anche in un lasso di tempo che, tutto sommato, è accettabile. 

Il cantiere Gioia 20 si mette al lavoro 

Il ritrovamento è avvenuto al cantiere GIOIA 20 Tower. Lì dove, ora, opererà Despe S.P.A, azienda chiamata a  rimuovere per l’appunto questo rifugio anti aereo della Seconda Guerra Mondiale dove le persone potevano trovare riparo dai bombardamenti. In questo spazio tra via Melchiorre Gioia e via Pirelli sorgeranno due torri destinate al terziario. Il rifugio si trova a due metri di profondità ed è lungo 13,5 metri. Le scritte sui muri sono del tipo “Vietato fumare”, “Attenzione al gradino” e affini. 

La sovrintendenza ha dato il benestare 

Come da prassi, è stata presentata regolare denuncia alla Sovrintendenza dei beni culturali, come previsto dalla legge. Dopo sopralluoghi e rilievi topografici, il responso è stato positivo e ora i lavori potranno riprendere. Così come non si è mai fermato, a dire il vero, tutto il progetto «Gioia 20», a cura di Antonio Citterio e Patricia Viel. Il quale prevede la costruzione di due torri: «Gioia 20 Est», alta 98 metri di fronte a Gioia 22, e «Gioia 20 Ovest» di 64 metri. Il termine dei lavori è previsto per aprile 2024.

spot_img

In breve

Milano, al Giambellino arrivano i lampioni smart contro rifiuti e soste irregolari

Una nuova ed impensabile nuova arma per contrastare i furbetti dei rifiuti: a Milano, per la precisione al Giambellino,...