26.2 C
Milano
21. 07. 2024 22:10

Perché si festeggia Santo Stefano? La storia del primo martire cristiano

Perché il 26 dicembre è un giorno così importante? Tutto su Santo Stefano

Più letti

C’è un velo di mistero attorno alla figura di Santo Stefano. Nel giorno in cui i milanesi tornano con le gambe sotto al tavolo per pranzi e cenoni di famiglia, il 26 dicembre è il giorno tradizionalmente dedicato al primo martire cristiano: chi era Stefano?

Chi era Santo Stefano, il primo martire cristiano

Su di lui, effettivamente, non si hanno molte informazioni. Due sono le certezze: Stefano è stato protodiacono e protomartire. Il primo termine è legato al fatto che fu il primo dei diaconi eletti in Gerusalemme. La seconda espressione è quella che lo rende venerato in tutto il Mondo: Stefano è stato il primo martire della Chiesa Cristiana. Il suo nome, infatti, è associato al rito del martirio, nonostante il suo sacrificio non sia stato cronologicamente il primo (le Sacre Scritture indicano come Giovanni Battista il primo martire). Stefano morì per decapitazione il 36 d.C.

santo stefano

La sua nomea è dovuta al fatto di essere un martire che dà origine ad una feste legata alla natalità molto importante, venendo nel giorno immediatamente successivo alla nascita di Cristo, avvenuta il 25 dicembre. Per il fatto di essere stato il primo dei martiri cristiani, la sua festa liturgica si celebra appunto il 26 dicembre. Il colore della veste indossata dal sacerdote durante la Messa in questo giorno è il rosso, come in tutte le occasioni in cui si ricorda un martire.

Il Santo Stefano dei milanesi: cenoni e natività

Come si comportano i milanesi in questa data? Sono tante e diverse le iniziative in Lombardia e a Milano per celebrare questa ricorrenza. Anzitutto, la tradizione: ormai anche a Milano il 26 dicembre è diventato un prolungamento nel 25 dicembre in cui le tavole abbondano di cibo e dolci. Qualcuno utilizza il 26 come occasioni per giochi di società o il classico cinepattone: in ogni caso, una giornata di festa da passare con i parenti.

santo stefano

Ma non solo. Il 26 dicembre fuori Lombardia significa anche natività. Come il presepe vivente di Canale di Tenno (Trento), in cui ogni anno il giorno di Santo Stefano, uno dei borghi più belli d’Italia a pochi chilometri dal Lago di Garda si trasforma in un presepe vivente. Con le sue stradine dove regnano pietra e legno, corti e pittoreschi scorci diventa teatro di una suggestiva Natività. Un momento magico per celebrare Santo Stefano e non solo.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...