27.3 C
Milano
02. 08. 2021 19:33

Freda, pioniere dell’hockey, si è spento in piena emergenza Covid-19

Con lui se ne va un pezzo importante dell’hockey su ghiaccio lombardo

Più letti

Non ce l’ha fatta Sergio Freda, fondatore dell’Hockey Como, già ex Diavoli Milano, Valpellice e Bergamo, morto in piena emergenza coronavirus. Con lui se ne va un pezzo importante dell’hockey su ghiaccio lombardo e non solo, un personaggio che aveva unito tante tifoserie e saputo portare l’hockey in una città, Como, non di certo patria di una lunga tradizione.

 

 

Sergio Freda
Sergio Freda

Ad annunciarlo è stata la stessa Hockey Como, che ha ricordato il pioniere dell’hockey lombardo con una nota sul proprio profilo Facebook ufficiale. La stessa società lariana aveva già dovuto accusare un altro lutto, sempre a causa del coronavirus: il dottor Luigi Frusciante, scomparso a 71 anni, medico sostituto durante le partite della prima squadra e dell’Under 19. Ecco l’ultimo saluto dell’Hockey Como al suo fondatore Sergio Freda:

«Classe 1946, Freda è ricordato per essere stato il fondatore del nostro club nel 1971, ricoprendo un ruolo fondamentale per l’hockey lariano, insieme a Marco e Andrea Lusena, Mario Bedogni, Cesare Bressan e Luigi Rivolta. Ex giocatore dei Diavoli Milano, Como, Valpellice, Bergamo, appesi i pattini al chiodo nell’anno 2010 è stato consigliere del settore hockey nel Comitato Regionale della Lombardia. Dirigenti, allenatori ed atleti sono vicini alla famiglia del caro Sergio per la perdita del nostro fondatore».

In breve

Bollettino regionale, tasso di positività in crescita: Milano, +44 contagi

I positivi riscontrati nelle ultime 24 ore sono 326 con la percentuale tra tamponi eseguiti (10.511 oggi) e positivi...