19.5 C
Milano
16. 06. 2024 11:30

Maltempo a Milano, avviata la raccolta fondi per ripiantare gli alberi caduti

Il Comune, dopo il nubifragio, chiede soldi a cittadini e aziende con il progetto «Milano per gli alberi»

Più letti

Al fine di ripristinare rapidamente la normalità in città e garantire una piena ripresa delle attività dopo il violento nubifragio del 25 luglio, l’Amministrazione Comunale di Milano ha organizzato una serie di interventi e lanciato un progetto di raccolta fondi chiamato Milano per gli alberi, con l’obiettivo di coinvolgere donatori privati nel ripristino del verde urbano. 

Maltempo a Milano, arriva la raccolta fondi del comune 

Fin dalle prime ore dopo il nubifragio, il Comune si è impegnato nella messa in sicurezza delle strade e dei mezzi pubblici, rimuovendo rami e alberi caduti. Dalla settimana scorsa, si è iniziato a intervenire anche all’interno dei parchi e delle aree verdi per ripristinare i servizi essenziali come il trasporto e l’igiene ambientale. Per quanto riguarda le strutture scolastiche di proprietà del Comune (nidi, scuole materne, elementari e medie), che richiedono interventi di messa in sicurezza in 288 edifici, si stanno effettuando lavori con il supporto di MM Spa. Successivamente, verrà condotta una valutazione approfondita delle condizioni degli edifici al fine di garantire un regolare inizio del prossimo anno scolastico. 

Nubifragio a Milano
Nubifragio a Milano

Sono quasi cinquemila gli alberi caduti

Considerando una stima di circa 5.000 alberi persi, di cui il 40% costituito da alberature stradali e il restante 60% da alberi presenti nei parchi e nelle aree verdi, l’Amministrazione si propone di ripiantarli tutti. Per questo motivo, è stato avviato il progetto di raccolta fondi Milano per gli alberi.

Le tre parole di oggi? Scoprile in newsletter!

Come fare per donare dei soldi al comune di Milano per il progetto Milano per gli alberi 

I donatori privati possono effettuare donazioni attraverso il conto corrente IBAN IT15V0306901783100000300001 (BIC SWIFT: BCITITMMXXX) presso il Tesoriere dell’Ente, Banca Intesa Sanpaolo, specificando la causale ‘Milano per gli alberi’. Il Comune di Milano ha già ricevuto l’attenzione di numerosi donatori privati e ora comunica le modalità di utilizzo dei fondi raccolti, che includono l’acquisto di nuovi alberi da piantare in sostituzione di quelli abbattuti, l’individuazione delle località e delle specie arboree da inserire, la messa a dimora dei nuovi alberi e il miglioramento delle aree limitrofe. Eventuali fondi residui saranno destinati al ripristino degli elementi di arredo urbano, come le recinzioni dei parchi, le aree dedicate ai cani e le aree giochi, le pavimentazioni e le panchine presenti nelle aree verdi.

L’economia circolare per il legno presente in strada

Inoltre, considerando la necessità di rimuovere rapidamente le grandi quantità di materiale legnoso accumulato nelle strade, nelle aree verdi e nei parchi, l’Amministrazione intende riutilizzarlo attraverso un modello di economia circolare, in linea con il Piano Aria Clima e escludendolo dalla categoria dei rifiuti. Verrà pubblicato un avviso per raccogliere manifestazioni di interesse da parte di associazioni di categoria, imprese del settore legno, istituti scolastici e organizzazioni no-profit che desiderano utilizzare il materiale legnoso per scopi come la produzione di mobili e arredi, la produzione di truciolato o la produzione di biomasse per fini energetici. 

Milano e i venticinque milioni di metri quadrati di verde pubblico 

Il Comune di Milano gestisce più di 25 milioni di metri quadrati di verde pubblico, di cui oltre 19 milioni sono sotto la sua diretta responsabilità e il resto è gestito da altri enti o mediante apposite convenzioni con soggetti privati. Il patrimonio arboreo censito e gestito dal Comune conta 256.497 alberi, distribuiti tra parchi, viali stradali e aree verdi adiacenti a edifici pubblici. La prima stima dei danni subiti dal patrimonio arboreo ammonta a circa 16 milioni di euro, di cui 5,3 milioni per gli interventi di abbattimento degli alberi, la rimozione del materiale legnoso e la piantumazione di nuovi alberi, e 10,7 milioni per i danni ornamentali. 

Le dichiarazioni delle istituzioni

Gli assessori Elena Grandi (Verde), Marco Granelli (Sicurezza) ed Emmanuel Conte (Bilancio) dichiarano: «Milano è stata colpita in modo senza precedenti, ma vogliamo ripristinare la normalità il prima possibile, garantendo una completa viabilità e ristabilendo la sicurezza e l’accesso ai parchi. Abbiamo collaborato con tutte le istituzioni coinvolte, tra cui i Vigili del Fuoco, l’Esercito, Atm, MM, Amsa e AVR, nonché il consorzio responsabile della manutenzione del verde. Continueremo queste attività nei prossimi mesi, tenendo conto delle necessità della città e dei cambiamenti climatici nella scelta delle specie da ripiantare. Chiediamo ora l’aiuto della generosità dei cittadini, che si sono già offerti di dare una mano. Milano sta ancora una volta mobilitando tutte le sue risorse umane ed economiche per far fronte a un’emergenza che coinvolge l’intero territorio urbano, non solo il patrimonio verde. La cura e la valorizzazione del verde cittadino richiedono la partecipazione attiva della cittadinanza, e il Fondo ‘Milano per gli alberi’ vuole essere uno strumento in questo senso».

In breve

FantaMunicipio #34: inizia la stagione dei maxi eventi estivi

Ippodromo San Siro, ippodromo La Maura, San Siro e adesso anche Quinto Romano con il Latin Festival. Milano è...