29.5 C
Milano
21. 07. 2024 21:12

Laura Bianchini, intitolata via alla partigiana paladina dei diritti delle donne

Si è svolta nel quartiere Santa Giulia la cerimonia di intitolazione

Più letti

Si è svolta nel quartiere Santa Giulia la cerimonia di intitolazione della via di nuova costruzione, posta tra via Pizzolpasso e via Russolo, a Laura Bianchini, figura poliedrica, giornalista militante, politica, parlamentare, partigiana, educatrice ed insegnante, che nel 1946 fu eletta deputato all’Assemblea Costituente dando un importante contributo ai lavori sul tema dei diritti delle donne e della scuola.

Chi era Laura Bianchini

Figlia di Domenico e Caterina Ariccia, Laura nasce in una modesta famiglia. Si laurea, con molti sacrifici, in Filosofia e Pedagogia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Insegnante e giornalista pubblicista, inizia la sua carriera di docente prima presso la scuola magistrale di Brescia, e successivamente presso il Liceo Arnaldo, lo storico liceo classico della città. Partigiana delle formazioni bianche (cattoliche) dopo l’8 settembre 1943, si occupò in quel periodo di coordinare la stampa clandestina de Il Ribelle.

Venne eletta deputato all’Assemblea costituente nel 1946 per la Democrazia Cristiana, nelle file dei cristiano sociali di Giuseppe Dossetti. Nel 1948 fu eletta nel collegio di Brescia, sempre per la DC, deputato alla Camera. Fece parte della Commissione Istruzione e Belle arti.

Non solo Laura Bianchini

Nei giorni scorsi Milano aveva già reso omaggio a Mike Bongiorno, che nella sua illustre carriera, ha raggiunto una celebrità senza precedenti, distinguendosi come il presentatore televisivo più popolare e il sovrano incontrastato dei giochi a quiz, apprezzato da milioni di spettatori. Il suo percorso di vita si snoda tra Italia e Stati Uniti, contribuendo a plasmare la sua personalità e il suo successo come icona della televisione italiana.

Targa in onore di Mike Bongiorno in via Giovanni da Procida a Milano
Targa in onore di Mike Bongiorno in via Giovanni da Procida a Milano

Laura Bianchini e Mike Bongiorno, la targa

Durante una cerimonia che ha visto la partecipazione dell’assessore alla Cultura Tommaso Sacchi, della presidente del Municipio 8 Giulia Pelucchi, della moglie Daniela Zuccoli, dei figli Michele e Nicolò e di numerosi cittadini, è stata svelata una targa in suo onore. L’epigrafe recita: “In questa casa visse Mike Bongiorno, detenuto in gioventù nel carcere milanese di San Vittore perché antifascista, fu storico presentatore televisivo e tra i padri fondatori della televisione italiana. Legato con amore alla città di Milano”.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...