20.3 C
Milano
18. 09. 2021 00:49

Quarantena: solo un italiano su sei è fuori forma

Secondo un’indagine di MioDottore, il 32,5% degli italiani rispetta il peso durante il lockdown. E' possibile mettere in pratica le cinque strategie individuate dalla nutrizionista Anna Domanico

Più letti

Vita sedentaria e tanto tempo libero sono diventati ordinaria amministrazione per milioni di italiani costretti in quarantena dal coronavirus. A farne le spese, qualche volta, è la forma fisica. Anche se solo una persona su sei ritiene di aver preso peso.

 

 

Quarantena: solo un italiano su sei è fuori forma

A rivelarlo è un’indagine condotta dalla piattaforma MioDottore. Dallo studio emerge che il 15 per cento degli italiani è ingrassato, mentre il 32,5% ha lo stesso peso rispetto all’inizio del lockdown. Ma non tutti hanno un buon rapporto con la bilancia: il 47,5% si controlla abitualmente, il 47,5% non lo fa. E poi c’è un altro cinque per cento che a casa non possiede il dispositivo. Perché? Il 13,5% teme un verdetto sfavorevole. Dato che sale all’82% fra le donne.

A tavola. La quarantena in alcuni casi ha cambiato le abitudini alimentari. Questo è vero per due terzi degli italiani: il 35% confessa di averlo fatto in peggio, il 33% in meglio. A pesare sono soprattutto i peccati di gola, ai quali cede il 25% degli utenti. Le più golose sono le donne (76%), gli utenti del Nord Italia (41%) e quanti per la prima volta si trovano a lavorare da remoto (59,5%). Complici i tanti impegni domestici, il sei per cento degli italiani rinuncia agli spuntini salutari. Mentre un altro sei per cento ha preso la buona abitudine di fare colazione. Naturalmente ci sono anche gli aperitivi o drink in videoconferenza, nuova “cattiva” abitudine solo per l’uno per cento.

Buone abitudini. Come fare a evitare gli eccessi? E’ possibile mettere in pratica le cinque strategie individuate dalla nutrizionista Anna Domanico. «Una volta fissati gli orari dei pasti, è possibile organizzare una scaletta di attività da fare durante la giornata – spiega -. E magari sperimentare una ricetta, buona e sana. E’ ideale per dare vita a un cambiamento e prendere confidenza con una nuova capacità creativa in modo da mantenere l’abitudine in futuro». Il consiglio è anche elencare tre motivi per i quali si ha un sentimento di gratitudine, riferito a situazioni presenti e a eventi accaduti nella giornata. «Occorre anche compiere almeno tre attività divertenti, fisiche o mentali – prosegue -. E dedicarsi all’esercizio fisico almeno 30 minuti al giorno, fino a sudare».

Anna Domanico
Anna Domanico

Da evitare. Per evitare che l’isolamento forzato pregiudichi la forma fisica e il benessere ci sono anche cinque errori da evitare: «Non entrare in cucina in orari casuali, non stare seduti per più di due ore consecutive e non guardare la televisione con le notizie del giorno durante i pasti – conclude l’esperta -. Inoltre è bene ricordare di non mangiare mai per noia o per alleviare lo stress, di non affrontare le problematiche senza averle individuate e di non cercare di risolvere tutte insieme».

 

Nuovi stili di vita

1 – Consumare tre pasti al giorno e due spuntini, uno a metà mattina e uno nel pomeriggio

2 – Le porzioni devono essere ridotte per permettere di sentire lo stimolo della fame al pasto successivo

3 – Puntare sul piatto unico: riempire metà del piatto di verdura e la restante metà suddividerla in parti uguali tra carboidrati e proteine

4 – Utilizzare olio extravergine di oliva a crudo come condimento

5 – Evitare alimenti confezionati e bevande zuccherate

6 – Aumentare il consumo di frutta e verdura: almeno due porzioni al giorno per entrambi i tipi

7 – Non rinunciare a una porzione di frutta secca al giorno

La dieta della quarantena

È sconsigliato a chiunque di sottoporsi ad una dieta fai da te, in particolare in questo periodo, per evitare di intraprendere scelte errate senza raggiungere alcun risultato nonostante gli sforzi. Si può provare a seguire delle linee guida per minimizzare i danni e gestire al meglio un protocollo di alimentazione sana.

Oppure, se si vuole approfittare di questo periodo per gestire il dimagrimento, richiedere aiuto a dei professionisti. La consulenza online è la scelta più opportuna per essere seguiti da casa e provare a raggiungere con serenità gli obiettivi prefissati.

In breve

Green Pass, Pregliasco: «Meglio l’obbligo vaccinale»

Mentre il green pass è stato esteso anche ai lavoratori del privato, c'è chi chiede misure più severe da...