22.7 C
Milano
22. 07. 2024 04:23

Addio a Silvio Berlusconi, morto a 86 anni l’ex premier: dall’amore per Milano, a Mediaset, fino agli scandali politici

Se ne va un pezzo importante della storia italiana, un personaggio che ha sempre fatto parlare molto di sè: ecco le tappe e i momenti più importanti della sua vita

Più letti

L’Italia dice addio a Silvio Berlusconi, il «Cavaliere» italiano per eccellenza: l’ex premier, imprenditore e patron del Monza si è spento all’età di 86 anni lunedì 12 giugno 2023. Era ricoverato al San Raffaele dallo scorso venerdì. Accanto a lui i figli Eleonora, Barbara, Marina e Pier Silvio e il fratello Paolo.

Spesso al centro della cronaca nazionale, ha sempre fatto parlare molto di sé non solo per il suo operato in campo politico, edilizio, televisivo e sportivo, ma anche per gli scandali e per le vicende giudiziarie legate al suo nome. La sua carriera e la sua vita privata sono finite nelle prime pagine dei giornali diverse volte. Che lo si ami o lo si odi, Berlusconi è stato comunque un grande protagonista della recente storia italiana e, ancora di più, di quella milanese.

La biografia di Silvio Berlusconi: dagli esordi al successo

Classe 1936, Silvio Berlusconi nasce a Milano il 29 settembre e trascorre la sua infanzia tra l’amata casa di via Volturno, 60 e il basso Varesotto. Cresce in una famiglia della piccola borghesia meneghina con il fratello Paolo e la sorella Maria Antonietta (scomparsa nel 2009). Il padre si chiama Luigi e lavora in una banca, mentre la madre fa la segretaria prima e la casalinga poi. Da ragazzo ottiene il diploma al liceo classico Sant’Ambrogio e poi si laurea alla Statale di Milano, con la lode. La facoltà? Giurisprudenza.

Svolge piccoli lavoretti saltuari come quello di barista, venditore, cantante e intrattenitore sulle navi da crociera. Tutto cambia per Silvio Berlusconi nel 1961 quando muove i suoi primi passi nel mondo dell’edilizia, probabilmente inconsapevole di quello che avrebbe creato da lì in avanti. Negli anni ‘70 il suo nome inizia ad essere sulla bocca di tutti anche perché firma uno dei suoi progetti più importanti: il quartiere residenziale di Milano Due.

Un secondo punto di svolta arriva quando rileva Telemilano (il futuro Canale 5). Dopo è il turno di Italia 1 (nel 1982) e Rete 4 (1984), che acquisisce con la sua società: la famosissima Fininvest. Nel 1993 Silvio Berlusconi dà alla luce uno dei suoi più grandi gioielli, la Mediaset. Ma il suo spirito imprenditoriale non finisce di certo qui. Tra gli anni ’80 e ’90 è uno tra i maggiori investitori nella stampa periodica italiana. Egli infatti acquista la maggior parte delle azioni di Mondadori, di Einaudi e di altre case editrici.

Silvio Berlusconi nuovamente ricoverato
Silvio Berlusconi

Silvio Berlusconi: le tappe della sua carriera politica

È il 1994 quando Silvio Berlusconi fonda il partito di centrodestra Forza Italia, che confluisce nel 2008 ne Il Popolo della Libertà e poi viene rifondato nel 2013 ed esiste tutt’oggi. Celeberrima è la sua dichiarazione: “L’Italia è il Paese che amo”. Negli ‘90 dunque sbarca anche nel mondo della politica, dove rimane fino alla fine.

Nel marzo 1994 Forza Italia vince le elezioni ma il governo Berlusconi I dura ben poco perché a dicembre Bossi, all’epoca a capo della Lega Nord, ritira il suo appoggio al premier. Nel 2001 torna a guidare l’Italia con il Berlusconi II. Quattro anni dopo, nel 2005, viene varato il Berlusconi III. C’è anche un Berlusconi IV, dal 2008 al 2011.

Nel corso della sua vita, Silvio Berlusconi viene eletto anche membro del Parlamento, a Palazzo Madama e, tra le varie cariche che assume, c’è anche quella di Cavaliere del Lavoro (da qui il soprannome). Decide però di togliersi questa carica che aveva dal 1997 per i risultati ottenuti nel campo dell’edilizia nel marzo del 2014. Nel 2019 viene eletto al Parlamento europeo e con le elezioni anticipate del 25 settembre 2022 torna rivestire i panni del senatore.

Silvio Berlusconi, dal Milan al Monza

Impossibile dimenticare anche il contributo dato da Silvio Berlusconi per quanto riguarda il mondo dello sport. Nel 1986 compra il Milan diventandone presidente prima e presidente onorario poi. Lo cede nel 2017 al cinese Li Yonghong. Dopo qualche anno rileva il Monza e nomina Adriano Galliani amministratore delegato del club.

Gli scandali di Silvio Berlusconi

In tutto il corso della sua vita, come anticipavamo prima, Silvio Berlusconi è stato al centro di numerosi scandali. Più di 30 sono in tutto i procedimenti giudiziari a carico dell’ex premier. Si va da quelli riguardanti le accuse di frodi fiscali, ai presunti legami con associazioni illegali fino al famoso caso Ruby.

Nel 2009 il Cav partecipa alla festa di compleanno di Noemi Letizia, 18enne campana. Poco dopo Vengono rese pubbliche foto risalenti all’anno precedente in cui si vedono diverse ragazze (tra cui la stessa Noemi che all’epoca non era ancora maggiorenne) in una delle sue ville più famose, Villa Certosa. Emergono intanto scottanti rivelazioni perché una escort di nome Patrizia racconta di aver trascorso delle notti a pagamento presso Palazzo Grazioli.

Ma il più grande scandalo è quello del 2010. Scandalo contro cui Silvio Berlusconi si è sempre scagliato, respingendo ogni tipo di accusa. Stiamo parlando di quello che è passato alla storia italiana ed estera con il nome di «bunga bunga», festini a sfondo erotico-sessuale che si svolgevano nelle ville del politico.

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

La morte di Silvio Berlusconi

Il problemi di salute sono iniziati per Silvio Berlusconi in realtà nel 2016, quando è stato sottoposto a un’importante intervento al cuore. In quell’occasione, dopo essere uscito dall’ospedale, aveva dichiarato: «Nella vita non ho mai pensato all’età. Al contrario, ho sempre vissuto come se avessi 40 anni. Poi, improvvisa, è arrivata la malattia. E con l’operazione che ho subito è arrivata forte la consapevolezza che sono un uomo di 80 anni».

Un’altra grande batosta arriva nel 2020, quando il politico e imprenditore si ammala di Covid e viene ricoverato per una polmonite. Nel corso di questi ultimi anni inoltre non sono state poche le notizie riguardanti le entrate e le uscite di Silvio Berlusconi negli ospedali. Da un po’ di tempo infatti, considerata la sua età, stava mostrando normali segnali di invecchiamento.

Tra aprile e maggio del 2023 Berlusconi viene ricoverato al San Raffaele e dimesso dopo 45 giorni di ricoverato. In quella occasione è prima in terapia intensiva e poi in reparto ordinario per un’infezione polmonare provocata dalle complicazioni della leucemia cronica di cui soffre. Si inizia a parlare della sua malattia, che lo aveva colpito da ormai un po’ di mesi.

Oggi infine è arrivata la notizia della sua scomparsa. E insomma, come abbiamo visto, si tratta di un personaggio che, bene o male, rappresenta un punto importante per quanto riguarda la storia del nostro paese. Tante sono le opere che ha fatto per la sua città d’origine, la sua amata Milano. Città che adesso si stringe attorno alla famiglia Berlusconi.

In breve

Il Municipio 1 vince il FantaMunicipio 2024, il presidente Abdu: «Tuteliamo le identità dei singoli quartieri»

Il FantaMunicipio di Mi-Tomorrow di quest’anno ha visto trionfare il Municipio 1 guidato dal 2021 dal presidente Mattia Abdu...